Mesopotamia Milanese

MESOPOTAMIA MILANESE: UN PROGETTO DI RIGENERAZIONE URBANA

La qualità del territorio influenza i comportamenti delle persone. Se è migliore la qualità ambientale, sono migliori i comportamenti. Con questo in mente, alcune imprese attive nel settore della progettazione e della comunicazione hanno deciso di impegnarsi per migliorare il proprio territorio.
Da tali premesse, ha preso avvio nel 2007 il progetto di rigenerazione urbana Mesopotamia Milanese – la terra fertile tra i due Navigli – creato dalla società di progettazione architettonica Lombardini22 e dalla factory di creativi Art Kitchen, dando vita ad un primo progetto di interventi artistici sul territorio.

Dal 2009 Mesopotamia Milanese è una Associazione che ha come obiettivo quello di accompagnare lo sviluppo armonico del territorio e che, attraverso contatti con istituzioni, imprese e investitori immobiliari, sta cercando di agevolare lo sviluppo di un territorio ricco di potenzialità e attrattive quasi del tutto corrispondente alla Zona 6 di Milano.

L’Associazione Mesopotamia Milanese si è sviluppata secondo un processo ‘dal basso’, scaturito dalla iniziativa di operatori economici radicati nel territorio, per valorizzare l’identità dell’area, attirando più visitatori, più clienti, dandole più vitalità e sicurezza, creando più valore per operatori, proprietari e residenti.
Il progetto Mesopotamia Milanese si colloca in questa onda di innovazione che, se verrà cavalcata con grinta e decisione da progetti di valore, porterà ricchezza ad Expo 2015 e soprattutto a tutta la città di Milano.

L’area interessata dal progetto di rigenerazione è uno spicchio di Milano, che, per sua natura, è rimasto escluso dagli importanti sviluppi immobiliari del dopo guerra. E’ una zona che mantiene ancora caratteristiche peculiari di un territorio periferico pur essendo nel ‘cuore’ di Milano ed ha una dimensione pari a circa 1/8 del territorio del Comune.

La Mesopotamia Milanese è una zona di grande trasformazione e potenzialità: è viva e creativa, ricca di realtà potenziali che concorrono insieme allo sviluppo ed al miglioramento di una delle zone più belle di Milano. Ospita molte imprese del terziario innovativo ed istituzioni dedicate alla formazione come Naba, la nuova accademia di belle arti, Iulm, Università della comunicazione e dei new media e Domus Academy.

E’ un’area molto infrastrutturata, con le fermate della Metropolitana a Porta Genova, Romolo e Famagosta, il passante ferroviario a Romolo, la linea filoviaria 90-91 e molti capolinea di linee non solo urbane.
L’associazione riunisce oltre 30 associati ed è stata indicata da Carlo Masseroli, Assessore uscente al Territorio di Milano, come iniziativa esemplare di rivitalizzazione e rinnovamento del territorio urbano.

Lucia Matti
Ufficio Stampa Mesopotamia Milanese
Via Lombardini, 22 – 20143 Milano

Office: +39 02 365.962.29
Mobile: +39 339 12.54.973
l.matti@lombardini22.com
www.mesopotamiamilanese.it